Statuto
 

 

  

 


STATUTO

  • ART. 1 L'Associazione italiana ittiologi acque dolci con sede in Udine, ha lo scopo di promuovere, senza fini di lucro, studi e ricerche riguardanti la fauna ittica di acqua dolce e l'ecosistema acquatico mediante incontri, scambi culturali, informazioni, conferenze ed iniziative analoghe, collaborando con enti ed istituzioni operanti nel settore.
  • ART. 2 Gli organi dell'associazione sono: l'Assemblea Generale dei Soci; il Consiglio Direttivo; il Presidente; il Collegio dei Revisori dei Conti.
  • ART. 3 Possono essere soci tutti coloro che praticano un'attività inerente agli scopi dell'associazione e abbiano pagato la quota associativa stabilita dal consiglio direttivo. Le modalità per diventare soci sono stabilite dal Regolamento che indicherà pure i criteri di nomina dei soci onorari.
  • ART. 4 I soci sono convocati in assemblea ordinaria dal C.D. nel primo quadrimestre dell'anno ed in assemblea straordinaria ogni qualvolta il C.D. medesimo lo reputi opportuno o ne sia fatta richiesta da almeno 1/5 dei soci.
  • ART. 5 Gli avvisi di convocazione, con specificazione degli argomenti da trattare, sono diramati con avviso personale a mezzo posta o, in caso di urgenza, con altro mezzo ritenuto idoneo. Negli avvisi viene indicato il termine per la eventuale seconda convocazione, che potrà avere luogo trascorsa un'ora da quella fissata per la prima, qualora a questa non sia presente almeno la metà dei soci. In seconda convocazione le deliberazioni sono valide qualunque sia il numero degli intervenuti. E' facoltà del CD quando ne ravvisi l'opportunità, indire le votazioni per referendum. Per l'adozione o la modifica di regolamenti interni la convocazione contenente le relative proposte, deve avvenire con un preavviso non inferiore a 30 giorni.
  • ART. 6 L'assemblea:

a) determina i criteri, gli indirizzi e le direttive per il funzionamento dell'associazione;
b) delibera sui programmi di attività dell'associazione; 
c) delibera sui bilanci preventivi e consuntivi;
d) delibera i regolamenti interni dell'associazione. 
L'assemblea nomina ogni due anni il Presidente ed i componenti del Consiglio Direttivo, nonchè i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti, e provvede annualmente a surrogare quelli che non ne facciano più parte.

  • ART. 7 L'associazione è retta da un Consiglio Direttivo, composto dal Presidente e da quattro membri, nominati dall'assemblea, la quale designa, pure, in numero di tre, i componenti del Consiglio dei Revisori dei Conti, di cui uno con funzioni di Presidente. I consiglieri e i revisori così nominati durano in carica due anni e possono essere sempre riconfermati; qualora prima della fine del biennio venisse meno qualcuno di essi, il Consiglio Direttivo potrà provvedere alla sua sostituzione per cooptazione, salvo ratifica dell'assemblea: i nuovi designati scadranno insieme con quelli in carica all'atto della nomina.
  • ART. 8 Il Consiglio Direttivo nomina nel proprio seno: un Vicepresidente e un segretario-tesoriere. Il Consiglio Direttivo viene convocato dal Presidente ogni qualvolta lo ritenga opportuno, o venga richiesto da almeno due consiglieri. Per la validità delle sue deliberazioni è necessaria la presenza di almeno tre consiglieri compreso il Presidente. Le deliberazioni sono approvate a maggioranza semplice e a parità prevale il voto del Presidente.
  • ART. 9 Spetta al C.D. di formulare, anno per anno, il programma di attività, presentare all'assemblea il rendiconto della gestione, provvedere all'organizzazione e al funzionamento di tutti i servizi inerenti alla sua attività.
  • ART. 10 Il Presidente e, in sua assenza o impedimento, il Vicepresidente, rappresentano l'associazione di fronte ai terzi ed in giudizio, esercitando le funzioni previste dal presente statuto, provvedono nei casi di urgenza, salvo ratifica del Consiglio Direttivo, curano l'esecuzione dei deliberati dell'assemblea e del Consiglio. Il Segretario-tesoriere provvede alle mansioni affidategli dal Consiglio Direttivo e dal Presidente.
  • ART. 11 I Revisori dei Conti hanno il compito di controllare il conto consuntivo e di riferire all'assemblea.
  • ART. 12 Le cariche sociali sono gratuite.
  • ART. 13 Il patrimonio sociale è costituito dalle quote associative versate dai soci, da sovvenzioni e contributi di privati e di enti pubblici, nonchè da eventuali fondi di riserva, oltre che da mobili, suppellettili, pubblicazioni e strumenti di proprietà sociale.
  • ART. 14 In caso di modifiche al presente statuto, o di scioglimento dell'associazione, le delibere relative devono essere prese con l'approvazione di almeno la metà dei soci, convocati in assemblea straordinaria o interpellati per referendum. Tutte le altre delibere dell'assemblea sono approvate a maggioranza semplice dei presenti; in caso di parità prevale il voto del Presidente.
  • ART. 15 In caso di scioglimento dell'associazione, il patrimonio sociale deve essere devoluto a scopi culturali e sociali.
  • ART. 16 Per quanto non previsto nel presente statuto, si fa riferimento alle norme del Codice Civile e alle altre disposizioni in materia di associazioni.

0
0
0
s2smodern

Gli articoli dei Soci


Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione. Se accetti la loro memorizzazione migliori la tua esperienza.
Info Accetto Rifiuto