Aspetti della biologia ed analisi del ciclo riproduttivo di Gobio benacensis (Pollini, 1816) nel nordest Italia

Autori

  • Marco Bertoli Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
  • Piero Giulio Giulianini Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
  • Carlotta Boschian Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
  • Filippo Franz Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
  • Alberto Pallavicini Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
  • Valentina Torboli Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
  • Paolo Pastorino Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta
  • Marino Prearo Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta
  • Massimo Avian Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste
  • Elisabetta Pizzul Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste

Parole chiave:

Gobio benacensis, struttura di popolazione, accrescimento, ciclo riproduttivo

Abstract

Il presente studio si propone di approfondire la biologia ed il ciclo riproduttivo del gobione italiano (Gobio benacensis), specie endemica a corologia cisalpina inclusa nella categoria “Endangered” (EN) della lista rossa IUCN, con l’intento di fornire informazioni utili a redigere corretti piani gestionali volti alla conservazione della specie. Le indagini sono state condotte in un corso d’acqua del Bacino del Fiume Isonzo (Torrente Reca, Nordest Italia) ed hanno riguardato 86 esemplari catturati nell’aprile 2016 al fine di definirne la consistenza e la struttura della popolazione e 77 esemplari, catturati mensilmente e bimestralmente tra aprile 2016 e febbraio 2017, per la definizione del ciclo riproduttivo. Le curve di regressione del peso sulla lunghezza totale per i maschi (W=0,1253TL2,8770) e per le femmine (W=0,1555TL2,7554), confrontate mediante ANCOVA, non hanno denunciato differenze significative. I valori medi ± deviazione standard dell’indice gonadosomatico GSI per i maschi sono compresi tra 0,61±0,49 e 1,75±0,58, mentre per le femmine tra 1,02±0,88 e 14,15±2,80. L’indice epatosomatico HSI ha denunciato range compresi tra 0,05±0,02 e 2,68±1,26 e tra 0,25±0,19 e 1,75±0,58 rispettivamente per i maschi e per le femmine. Le analisi istologiche di ovari e testicoli, analizzati per la prima volta nella specie, hanno permesso di identificare gli stadi di maturazione, che unitamente all’analisi del GSI indicano che la specie depone le uova a più riprese durante il periodo riproduttivo compreso tra aprile e giugno. Nei maschi è stata, tuttavia, evidenziata una prolungata attività riproduttiva che si protrae fino al mese di agosto.

##submission.downloads##

Pubblicato

2019-03-25

Puoi leggere altri articoli dello stesso autore/i